…Il tuo respiro
muove lieve il mare dentro gli occhi tuoi.
E le tue labbra sono rose rosa e papaveri rossi
e spandono le loro essenze
al tenero sole che risplende nei miei giorni.
O astrale creatura,
t’amo più dell’amore che canto.
Sei d’arialeggera
e d’essenza di viole sparse in un campo
che giunge ai miei pensieri è l’agitano…
come vele gonfie di vento.
ultima modifica: 2013-12-20T15:10:53+01:00da vitosurmonte
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento